AIPARK Pdays – Mobilità e Sosta, II Edizione 2018

AIPARK Pdays – Mobilità e Sosta, II Edizione 2018

FIRENZE, 29 e 30 MAGGIO 2018 – STAZIONE LEOPOLDA

Firenze, 29 maggio 2018

Un confronto a tutto campo sui temi della sosta, della mobilità, dell’innovazione e dello sviluppo delle città

Torna, alla Stazione Leopolda di Firenze, l’appuntamento con Pdays (www.pdays.eu), l’evento biennale organizzato da AIPARK-Associazione Italiana Operatori Sosta e Mobilità, che valorizza la gestione della sosta a sistema con la mobilità come contributo per una nuova visione urbana. Dopo la prima edizione del 2016 che, novità assoluta nello scenario congressuale e fieristico in Italia, ha riscosso grande successo, la manifestazione ha ottenuto già i patrocini di

Ministero dell’Ambiente, Regione Toscana, Comune di Firenze, Aci, Anci, Asstra

 

EPA, Legambiente, Confcommercio Mobilità, Fiaba Onlus.

Ripensare i temi e le politiche per la sosta perché diventi parte integrante di un modello di mobilità sostenibile, liberando spazi e generando importanti risorse economiche, per il decoro urbano, per l’ambiente, la salute, per la sicurezza stradale e una migliore qualità della vita. Questi gli obiettivi di Pdays 2018, che propone un confronto sui temi della sosta e dell’innovazione tecnologica applicata alla circolazione e allo sviluppo urbano, raccontando come diventa smart la città di oggi, affrontando tematiche attuali come l’internet delle cose, e sviluppando la professionalizzazione e la managerialità del settore attraverso momenti di formazione.

Aperta l’area espositiva dedicata alle aziende di circa 2000 metri quadrati con le soluzioni, i servizi e le tecnologie del settore, e una congressuale che, nei due giorni di convegno, vedrà succedersi varie sessioni di dibattito con tecnici, istituzioni, esperti italiani e internazionali. Il programma scientifico prevede infatti la partecipazione di tre main speakers: Massimo Marciani (presidente FIT Consulting e consulente MIT) sul tema “L’evoluzione delle tecnologie negli ultimi 20 anni – dove va il mondo!”; Enrico Pagliari (coordinatore Area tecnica ACI) sul tema “La mobilità e le sfide delle nuove normative ambientali e degli impegni dei trattati per l’ambiente di Kyoto, Parigi e Lisbona”; mentre Federico Parolotto (Senior Partner MIC-Mobility in Chain) tratterà il tema “Come vogliamo le nostre città fra 15-20 anni?”.

Nel corso dei lavori saranno inoltre messe a confronto le città di Barcellona, Copenaghen, Lisbona e Milano: le best practice europee verranno prese in esame circa il contributo che la sosta può offrire sia nei piani della mobilità, sia per le importanti risorse economiche generate. E ancora: le vetrine tecnologiche su dati e digitalizzazione, la mobilità elettrica e la vetrina gestionale su servizi e soluzioni smart per la sosta su strada, in struttura, di scambio. Una sessione, organizzata in collaborazione con il network universitario dell’EPA – European Parking Association, sarà rivolta ai responsabili delle PA e dei soci gestori, e illustrerà le opportunità della gestione della sosta urbana.

Saranno presenti gli associati AIPARK, rappresentanti delle istituzioni, del settore pubblico e privato della sosta, della mobilità, delle PA, dei concessionari, del commercio, automotive, soft mobility, mobilità elettrica, nuove tecnologie.

Massimo Vernetti - Presidente AIPARK: Per risolvere i problemi di congestione delle nostre città si deve arrivare a una nuova mobilità, e suoi strumenti essenziali sono la tariffazione e il controllo della sosta su strada”.

Laurence A. Bannerman - Presidente EPA-European Parking Association e Segretario Generale AIPARK: Adeguarsi alle nuove normative ambientali e ai trattati per l’ambiente di Kyoto, Parigi e Lisbona è una sfida molto impegnativa. Analizziamo il lavoro di chi già lo sta facendo: un confronto tra le buone pratiche delle città di Barcellona, Copenaghen, Lisbona e Milano”.

I TEMI

 

Nel mese di Febbraio 2018 l’Istituto Piepoli ha pubblicato una ricerca sui bisogni primari degli italiani e una delle domande era: “Pensando ai Suoi desideri e ai bisogni per il Suo territorio, Lei personalmente che cosa ritiene più importante?” e, su undici possibili risposte ad altrettanti temi, il tema più votato è stato: “Traffico e Mobilità”.

Partendo da questa indicazione, AIPARK ha impostato il programma scientifico della seconda edizione di Pdays – Mobilità e Sosta per fornire idee alla politica, alle pubbliche amministrazioni, ai pianificatori, agli operatori del settore, all’industria e ai fornitori di servizi, e contribuire al cambiamento. Le città italiane, infatti, a parte qualche rara eccezione, non hanno dedicato sufficienti energie alla regolamentazione dell’uso del suolo pubblico e alla realizzazione delle infrastrutture urbane per assicurare una risposta sostenibile alla domanda di mobilità. Oggi l’uso del territorio deve cambiare perché la nuova mobilità sottrarrà spazio alle auto in sosta su strada: servono quindi aree per implementare le nuove esigenze funzionali (piste, corsie dedicate, zone pedonali, carico e scarico ecc.) e nuove strutture interrate poiché, facendo un paragone con il resto d’Europa, in Italia, nelle città sopra i 30.000 abitanti, mancano almeno 650.000 posti auto in struttura per la sosta pubblica tariffata.

La realizzazione delle infrastrutture mancanti, oltre a creare nuovi spazi per liberare le superfici, sarà anche un’opportunità per introdurre varie funzioni a servizio della mobilità:

 

il trasferimento da trasporto singolo a trasporto collettivo;

la ricarica elettrica dei veicoli;

lo stoccaggio e il trasbordo di merce (non ingombrante) con la logica dell’ultimo miglio;

la sosta dei veicoli;

permettere connettività e leggibilità ai veicoli autonomi o parzialmente autonomi;

una loro classificazione come strutture ecosostenibili.

 

 

Le sessioni di dibattito

 

Come vogliamo le nostre città tra 15 – 20 anni?  

Idee per impostare una visione strategica per le nostre città, con l’obiettivo di realizzare un sistema di mobilità sostenibile che garantisca accessibilità, modernizzazione e vivibilità.

 

L’evoluzione delle tecnologie

Nuovi strumenti hanno portato a un cambiamento di logica rispetto alla comprensione dei cittadini, a una diretta correlazione fra il vissuto e l’utilizzo dei servizi e alla nozione che ci possono essere “incentivi” per migliorare i comportamenti. Una fotografia del mercato e le proposte per un’evoluzione legislativa rispetto allo sviluppo e alla diffusione tecnologica.

 

I trattati di Kyoto, Parigi e Lisbona

Gli impegni presi per la riduzione dei livelli di inquinamento coinvolgono anche il settore della sosta. E’ necessario adottare logiche di pianificazione e programmazione, come la mobilità elettrica, la digitalizzazione, i veicoli a guida assistita e soprattutto la classificazione delle strade, per rispondere alle nuove funzioni che hanno bisogno di suolo pubblico disponibile.

 

Barcellona, Copenaghen, Lisbona e Milano sul contributo della sosta nei piani di mobilità

Un confronto sul ruolo della sosta messa a sistema con gli altri componenti della mobilità urbana per rivitalizzare e riorganizzare le città, confrontando strategie, obiettivi e risultati. Si verificherà in che modo l'accessibilità è garantita, quale strategia è adottata in relazione all'uso di auto private e parcheggi, come viene potenziata la vitalità economica, quali risorse sono state generate dai servizi di mobilità.

 

La Nuova “Alliance for Parking Data Standards

APDS, recentemente costituita da BPA, EPA e IPI, è un'organizzazione no profit, che rappresenta circa 9.600 società, con la missione di sviluppare, promuovere, gestire e mantenere uno standard internazionale per i dati del settore della sosta, che consentirà alle organizzazioni di condividere i dati del settore della sosta su piattaforme in tutto il mondo. Si sostituirà all'EPA per la promozione e manutenzione di IPIPS (International Parking Payment Standards) e, stabilendo un linguaggio comune, faciliterà l'integrazione, la compatibilità e la comunicazione tra l’industria della sosta, l'industria automobilistica, gli sviluppatori IT, le mappe georeferenziate e i fornitori di app.

 

MAAS (Mobility as a service), Data e digitalizzazione

Verranno presi in considerazione la digitalizzazione dei processi, dei nuovi sistemi informativi, dei nuovi modelli di business, la fornitura di servizi di mobilità, i contributi per la mobilità sostenibile e le indagini sulle esperienze degli utenti.

 

La mobilità elettrica

Da ottobre 2019 le Smart saranno prodotte solo con motorizzazione elettrica. I temi della fornitura elettrica, le installazioni e i servizi diventano centrali e non più procrastinabili e molti associati AIPARK lavorano su questo, con soluzioni interessanti.

 

Le gestioni di AIPARK - Servizi e soluzioni smart per la sosta

Si parlerà di servizi alla mobilità e di catena del viaggio: sharing mobility, piattaforme e uso di “big data” per nuovi servizi e ottimizzazioni funzionali, nuove tecnologie per personalizzare e conservare le infrastrutture esistenti, migliorando i servizi offerti.

 

I Workshop e le istituzioni

Pdays ospiterà un incontro di lavoro del tavolo degli assessori delle città sul ruolo della sosta a servizio della mobilità urbana e sui possibili provvedimenti da adottare. Una seconda sessione è dedicata alla formazione di quadri/dirigenti della PA in merito ai bandi per la concessione del servizio di gestione della sosta, le potenzialità dello strumento di Project Financing e le opportunità che derivano dalle adozioni di piani tariffari per la sosta per riequilibrare la domanda generale di mobilità. 

© AIPARK 2018 - Tutti i diritti sono riservati | Web Design Newlife srls

Il sito utilizza i cookies.Continuando la navigazione ne accettate l'uso. Ho capito